Seminari di approfondimento sugli adempimenti in materia di Società partecipate

Salva sul calendario
Da 22.11.2018 09:00 fino a 22.11.2018 17:00
Visite: 190

Programma 1° giornata

 

GLI ADEMPIMENTI DI FINE ANNO IN MATERIA DI SOCIETÀ A PARTECIPAZIONE PUBBLICA. LE DECISIONI STRATEGICHE SULLE PARTECIPAZIONI DA ALIENARE, TRA LA REVISIONE ORDINARIA DELLE PARTECIPAZIONI E GLI ESITI DI QUELLA STRAORDINARIA DEL 2017

 

L’attività di razionalizzazione per l’anno 2018: adempimenti per le amministrazioni e le Società partecipate:

 

Gli esiti della ricognizione straordinaria ai sensi dell’art. 24 del Tusp: prime riflessioni e dati di analisi

Primi orientamenti della Corte dei conti, del Mef e gli arresti del Giudice Ammnistrativo

Differenze fra art. 24 e art. 20 del Tusp: straordinarietà ed ordinarietà

Le modifiche in corso d’anno ai piani di revisione straordinaria delle partecipazioni

Gli obblighi di razionalizzazione di cui all’art. 20 e all’art. 26, comma 1 del Tusp

Esclusioni, deroghe e regimi transitori

Le modalità di dismissione delle partecipazioni, il recesso e l’uscita dalla compagine azionaria delle società

 

Le procedure di alienazione parziale o integrale di partecipazioni sociali e il rapporto con le clausole di prelazione

L’acquisto delle partecipazioni da parte degli altri soci pubblici da parte della stessa Società (acquisto azioni proprie) e la finalità della riconvenzione al modello in house totalmente partecipato da Enti Locali

La mancata alienazione delle partecipazioni oggetto di revisione straordinaria

La trasformazione della Società in azienda speciale

Il recesso e la liquidazione della quota

I rimedi da parte degli altri soci per “revocare” la causa di recesso ed i criteri di valutazione della quota da liquidare

Obblighi della Società e dei soci superstiti in caso di recesso e liquidazione della partecipazione

Il trattamento tributario delle operazioni di attuazione: distinzione fra previsioni artt. 20 e 24 e l’interpretazione dell’Agenzia Entrate Umbria

Iscrizione liste Anac per le società in house

 

La struttura dell’offerta del candidato in house ex art. 192, comma 2 del “codice dei contratti”

L’analisi di merito dell’Anac: lo statuto, i patti parasociali, la convenzione per l’affidamento del servizio

Le valutazioni economiche di benchmarking

L’affidamento nelle more dell’iscrizione e la responsabilità dell’Ente

Le responsabilità degli Enti affidanti nelle more dell’iscrizione alle liste

Assetti di governance

 

Società a controllo pubblico: definizioni

Società in house ed il controllo analogo: pluri partecipato, a cascata o invertito

Società in house e l’attività extra moenia e possibilità di esternalizzazione dell’attività

Società in house in presenza di Autorita di ambito “regolatore” dei servizi a rete

Società strumentali e patrimoniali

Società Holding

Illustrazione di buone pratiche o casi di studio

Dott. FABIO SCIUTO

Dottore Commercialista, Revisore legale, Amministratore di Società a partecipazione pubblica

 

Somministrazione test di verifica

 

 

 

Orario della lezione: Mattina 9:00 – 13:00 / Pomeriggio 14:00 – 17:00 (7 ore formative)

N.B. Il calendario delle lezioni potrebbe subire minime variazioni per ragioni di carattere organizzativo

 

 

 

Programma 2° giornata

 

IL CONTROLLO DELLE SOCIETÀ PARTECIPATE, LA PREVENZIONE E LA GESTIONE DELLE CRISI DELLE IMPRESE PUBBLICHE

 

Il sistema di controlli e vigilanza sulle Società a partecipazione pubblica

 

Il ruolo della Struttura di indirizzo, monitoraggio e controllo prevista dal Tusp

Le decisioni sui provvedimenti e i piani di razionalizzazione ordinaria

Il sindacato di Anac sull’operatività delle Società pubbliche

Il coordinamento con la Ragioneria generale dello Stato

Le attività di indirizzo e controllo da parte della Corte dei conti

Le integrazioni al modello 231 in tema di prevenzione della corruzione

 

Integrazione del modello 231 o piano anticorruzione autonomo ?

Gli adempimenti richiesti dalle linee guida Anac in materia di prevenzione dei rischi corruttivi

I sistemi di controllo anticorruzione e il coordinamento con i presidi 231: criticità di integrazione degli strumenti

L’analisi delle principali misure generali e i relativi termini di attuazione

L’organizzazione del sistema di controlli interni: Rpct, Odv, Collegio sindacale, Audit

 

I rapporti tra Rpct e gli altri organi di controllo: possibili sovrapposizioni, riparto di competenze, interferenze, azioni congiunte e flussi informativi

L’adozione di codici e regolamenti interni e l’istituzione di un ufficio di controllo interno

Il possibile ruolo della holding o della capogruppo

L’equilibrio economico e finanziario tra Ente e Società partecipata

 

Le norme finanziarie sulle Società pubbliche

Il fondo vincolato per perdite reiterate degli organismi partecipati

Il raccordo tra l’obbligo di accantonamento e il divieto di soccorso finanziario tramite ricapitalizzazioni societarie

Le conseguenze del risultato economico per gli amministratori

Gli indirizzi ex art. 19 Tusp: un’impostazione economica

La relazione sul governo societario art. 6 del Tusp

 

La disciplina contenuta nell’art. 6 del Tusp

Gli obblighi connessi alla relazione sul governo societario

Modelli di previsioni del rischio di crisi aziendale

Gli strumenti di programmazione e controllo: i piani economico finanziari prospettici previsti dal Tusp

lIlustrazione di buone pratiche o casi di studio

Dott. GIUSEPPE PATERNÒ DEL TOSCANO

Dottore Commercialista, Revisore legale, Amministratore di Società a partecipazione pubblica

 

Somministrazione test di verifica

 

 

 

Orario della lezione: Mattina 9:00 – 13:00 / Pomeriggio 14:00 – 17:00 (7 ore formative)

N.B. Il calendario delle lezioni potrebbe subire minime variazioni per ragioni di carattere organizzativo

 

Sedi e Date 

MILANO

 

1° GIORNATA – 22 novembre 2018

2° GIORNATA – 29 novembre 2018

 

Hotel Berna, Via Napo Torriani, n. 18, Tel. 02 – 94755356

 

 

 

Relatori

 

Avv. MASSIMO ABBAGNALE

Esperto di diritto degli appalti e di servizi pubblici

 

Dott. ROBERTO CAMPORESI

Dottore Commercialista, Revisore legale, Esperto in Società a partecipazione pubblica

 

Avv. GIUSEPPE GIRLANDO

Avvocato, Revisore dei Conti, Esperto di Diritto Commerciale e Consulente di Enti Pubblici in tema di Società partecipate e piani di riequilibrio

 

Dott. ULDERICO IZZO

Dirigente amministrativo Ssn.-Area Gef., Revisore legale, Revisore negli Enti Locali e Componente Oiv Enti Locali

 

Avv. ANTONIO LIROSI

Avvocato Cassazionista, Partner dello Studio legale Gianni, Origoni, Grippo, Cappelli & Partners

 

Prof. ANDREA MAZZILLO

Docente in Programmazione e Controllo nelle imprese pubbliche presso Università di Cassino e del Lazio Meridionale

 

Avv. GERMANO SCARAFIOCCA

Esperto in diritto amministrativo e dei contratti pubblici

 

Dott. NICOLA TONVERONACHI

Dottore commercialista e Revisore Enti pubblici, Consulente e formatore Enti Pubblici e Società partecipate, Pubblicista

 

 

 

Quote di Partecipazione

 

€ 100,00 + IVA* – a partecipante

Per la singola giornata formativa per un totale di n. 7 ore formative – Per i clienti dei servizi di Consulenza di Centro Studi Enti Locali

 

€ 150,00 + IVA* – a partecipante

Per le 2 giornate formative per un totale di n. 14 ore formative – Per i clienti dei servizi di Consulenza di Centro Studi Enti Locali

 

€ 150,00 + IVA* – a partecipante

Per la singola giornata formativa per un totale di n. 7 ore formative

 

€ 200,00 + IVA* – a partecipante

Per le 2 giornate formative per un totale di n. 14 ore formative

 

La quota comprende: coffee break, materiale didattico documentale e attestato di partecipazione (inviato tramite e-mail)

* per gli Enti Locali esente Iva ex art. 10, Dpr. n. 633/72, così come modificato dall’art. 4 della Legge n. 537/93), in tal caso sono a carico dell’Ente € 2,00 quale recupero spese di bollo su importi esenti

La scelta del docente rispetto al singolo evento sarà effettuata dalla società sulla base di criteri organizzativi

 

 

 

Crediti Formativi

 

I corsi sono in fase di accreditamento presso il Consiglio Nazionale dei Dottori commercialisti e degli Esperti contabili ed in fase di validazione presso la Direzione centrale Finanza locale del Ministero dell’Interno ai fini dei Cf ex Dm. n. 23/2012 per le sedi di FIRENZE, ROMA e MILANO.

 

7 crediti formativi a giornata per un totale di 14 crediti formativi validi per l’anno 2018 sia ai fini dell’inserimento, sia ai fini del mantenimento dell’iscrizione per coloro che sono già iscritti,nel Registro dei Revisori degli Enti Locali.






Segui i canali tematici su Telegram:

Telegram.pngAGRIFOOD
Telegram.png AMBIENTE ED ENERGIA
Telegram.pngSANITA'
Telegram.pngPOLITICA
Telegram.pngECONOMIA


Iscriviti alla newsletter

Iscriviti

Scegli il campo d'interesse
­