Il ruolo dell’intelligence nella controingerenza: la protezione dei processi decisionali del sistema-paese da interferenze straniere occulte

Il ruolo dell’intelligence nella controingerenza: la protezione dei processi decisionali del sistema-paese da interferenze straniere occulte

08.11.2023 16:00 - 08.11.2023 18:00
Casa dell'Aviatore Roma
Postato da Emanuela
3291644904
Categorie: Cultura
Visite: 706

L’Istituto Gino Germani di Scienze Sociali e Studi Strategici ha il piacere di invitare il pubblico al convegno  "Il ruolo dell' intelligence nella controingerenza: la protezione dei processi decisionali del sistema-Paese da interferenze straniere occulte" , che si terrà l’8 novembre dalle ore 16 alle ore 18 presso la Casa dell’Aviatore, Via dell’Università 20 – Roma. La partecipazione al convegno è gratuita.

Il convegno rappresenta un evento introduttivo e di presentazione del corso di alta formazione “Spionaggio e ingerenza: le minacce intelligence al sistema-Italia. Strumenti di analisi, prevenzione e contrasto”, che si svolgerà a Roma il 23-24-25 novembre 2023, nell’ambito della Scuola di Formazione in Intelligence e Analisi Strategica dell’Istituto Germani.

Programma del convegno dell’8 novembre 2023:

Intervengono:

Luigi Sergio Germani (Direttore, Istituto Gino Germani di Scienze Sociali e Studi Strategici); 

Adriano Soi (Docente di intelligence e sicurezza nazionale presso l’Università di Firenze, già Responsabile Comunicazione del Dipartimento Informazioni per la Sicurezza)

Alberto Pagani (Università di Bologna, Advisor settore sicurezza)

Paolo Costantini (Generale della Guardia di Finanza, già funzionario dei Servizi d'intelligence italiani, CEO Rotas Consulting-A Legal Intelligence Firm).

Carlo Parolisi (già Capo della Divisione Controspionaggio dell'AISE, in precedenza Vice-Capo del Centro Operativo SISDE dedicato al controterrorismo e alla controeversione).

Modera: Arianna Pacioni (Ricercatore associato dell’Istituto G. Germani e analista d’intelligence)

Diversi servizi segreti stranieri operanti in Italia, e in particolare le intelligence delle grandi potenze autoritarie, non si limitano ad attività di spionaggio politico, militare ed economico-tecnologico ma conducono anche interventi segreti di “ingerenza” e “influenza ostile”, finalizzati a orientare i processi decisionali del sistema-Italia o a condizionarne la situazione politica, economica e sociale:

1) Le operazioni di “ingerenza”, intraprese da potenze straniere nei confronti dell’Italia, mirano a condizionare in maniera occulta i processi decisonali nazionali tentando di influenzare i decisori politici o economici italiani, anche tramite azioni di deception (inganno).

2) Le attività di “influenza ostile” e guerra cognitiva, promosse da Stati esteri, puntano, invece, a manipolare le percezioni dell’opinione pubblica, spesso al fine di inasprire e radicalizzare le divisioni interne alla società italiana, nonché di screditare e delegittimare le Istituzioni dello Stato democratico.

Il convegno discuterà il ruolo che l’intelligence nazionale deve assumere nella prevenzione e nel contrasto alle attività di ingerenza e influenza ostile in campo politico, economico e informativo condotte da servizi segreti stranieri : uno dei temi che verranno approfonditi nel corso “Spionaggio e ingerenza: le minacce intelligence al sistema-Italia”, che si svolgerà a Roma il 23-24-25 novembre 2023. 

Per informazioni e richieste di partecipazione si prega di contattare: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Segreteria: 06-69480608

WhatsApp 329-1644904

Iscriviti alle newsletter di takethedate.it e ricevi ogni settimana una mail con i principali appuntamenti a tema sanità, politica, economia, energia e ambiente, webinar, agrifood, TLC