Settore reale e settore finanziario nei modelli dell'economia italiana

28.03.2018 10:00 - 28.03.2018 17:00
Università degli Studi di Cassino e del Lazio Meridionale - Campus Folcara
Postato da Amministrazione
Categorie: Economia, Finanza
Visite: 1107

Mercoledì 28 Marzo 2018, ore 10.00-17.30
Dipartimento di Economia e Giurisprudenza
Via S.Angelo Loc. Folcara - Cassino (FR)
Sala del Consiglio - Rettorato

Il workshop è organizzato come occasione di discussione tra quanti sviluppano o utilizzano modelli macroeconomici dell'economia italiana.
La partecipazione è libera e gratuita, ma data la limitata disponibilità di posti è richiesta la registrazione, inviando una email a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Introduzione

"As a result of the Global Financial Crisis we are no longer clear what macroeconomic theory should look like" (Vines - Wills, 2018)

La "Grande Recessione" iniziata nel 2007 ha rivelato alcuni punti di debolezza nell'impostazione di molti modelli macroeconomici, ed ha avviato un dibattito, tuttora in corso, su come porvi rimedio. In particolare, è opinione diffusa che sia necessaria una maggiore integrazione, nei modelli macroeconomici, tra il settore reale e il settore finanziario. Questa area di ricerca può essere agevolata dalla sempre maggiore disponibilità di dati sui conti dei settori istituzionali, pubblicati per l'Italia dall'Istat (conti non finanziari), e dalla Banca d'Italia (conti finanziari), anche se queste fonti statistiche sembrano ancora sotto-utilizzate.

La modellistica macroeconomica sviluppata in ambiti istituzionali, a fini previsivi e di analisi di policy, ha seguito l'evoluzione del dibattito accademico, ma ha spesso adottato un approccio più pragmatico, che andrebbe meglio documentato ed eventualmente valorizzato.

Il workshop intende fare il punto sullo "stato dell'arte" nella modellistica adottata nelle principali istituzioni, e presentare e discutere nuovi modelli sviluppati in ambito accademico, con particolare attenzione a quelli che utliizzano una piena integrazione tra conti reali e conti finanziari (Stock-Flow-Consistent - SFC models).

Programma

10.00-10.15 Indirizzi di saluto
Giovanni Betta, Rettore, Univ. di Cassino e del Lazio Meridionale
Giuseppe Recinto, Direttore, Dip.to di Economia e Giurisprudenza

10.15-10.45 Gennaro Zezza (Univ. di Cassino e del Lazio Meridionale)
Modelli SFC e conti dei settori istituzionali

10.45-11.15 Riccardo De Bonis (Banca d'Italia)
Famiglie e imprese nei conti finanziari

11.15-11.30 Coffee break

11.30-12.00 Davide Fantino (Banca d'Italia)
Settore reale e settore finanziario nel modello trimestrale della Banca d'Italia

12.00-12.30 Fabio Bacchini (Istat) e Carmine Pappalardo (Ufficio Parlamentare di Bilancio)
Il modello macroeconometrico dell'Istat - MeMo-It

12.30-13.00 Christian A. Mongeau Ospina (A/simmetrie)
Il modello di a/simmetrie

13.00-13.30 Discussione

13.30-14.30 Pranzo

14.30-15.00 Marco Passarella (Univ. of Leeds)
Un modello macroeconomico SFC per l'economia italiana

15.00-15.30 Francesco Zezza (Univ. di Siena) e Gennaro Zezza (Univ. di Cassino)
Integrazione tra mercati reali e finanziari: prime simulazioni per l'economia italiana

15.30-17.00 Tavola rotonda
Oltre agli studiosi già elencati, partecipano:
Roberto Golinelli - Università di Bologna
Alberto Caruso - Centro Studi Confindustria

17.00 Conclusioni - Roberto Golinelli

Questo sito Web utilizza i cookie per assicurarti di ottenere la migliore esperienza sul nostro sito web