La Value Based Healthcare nel contesto della cronicità

Da 08.10.2019 09:00 fino a quando 08.10.2019 17:00

a Convento di Santa Maria sopra Minerva

Postato da Amministrazione_

https://bit.ly/2nR7POf

Categorie: Sanità

Visite: 484


Roma - Il convegno, organizzato da HPS – AboutPharma, in collaborazione con UCB, ha l’obiettivo di approfondire l’applicazione dei principi del Piano a tre anni dalla sua approvazione guardando alle principali esperienze avviate a livello nazionale e regionale con un approfondimento sulla gestione del paziente fragile.

L’osteoporosi è infatti un esempio di patologia cronica largamente diffusa e le conseguenti fratture da fragilità gravano pesantemente sul SSN dal punto di vista economico, clinico e sociale, poiché possono impattare la qualità della vita dei pazienti e la loro autonomia.

La prevenzione delle fratture da fragilità può quindi rappresentare un banco di prova per valutare la capacità dell’attuale modello di gestione del paziente rispetto ai principi del Piano Nazionale Cronicità, e per mettere in luce punti di forza, aree di miglioramento e nuovi traguardi da raggiungere nella presa in carico dei pazienti cronici nei prossimi anni.

Attraverso un confronto tra istituzioni, clinici, economisti sanitari e associazioni dei pazienti, il convegno approfondirà i seguenti aspetti:

  • La sfida della cronicità per il Servizio Sanitario, come la Value Based Medicine può rispondere alle crescenti esigenze di salute dettate dai cambiamenti demografici
  • I principali obiettivi del Piano nazionale cronicità, a che punto siamo e quali provvedimenti sono stati presi dalle Regioni
  • Un esempio di cronicità: osteoporosi e fratture da fragilità. Qual è l’incidenza dell’osteoporosi in Italia e come funziona attualmente la presa in carico dei pazienti e la prevenzione delle fratture da fragilità
  • Quali sono i costi stimati economici e sociali dell’assistenza a lungo termine
  • Quali sono i fattori determinanti per stimolare l’empowerment e l’engagement del paziente nel percorso di cura e come favorire una comunicazione efficace tra clinico e paziente stesso