Il biometano e gli impianti di biogas dopo la tariffa onnicomprensiva

Salva sul calendario
Da 20.10.2017 14:30 fino a 20.10.2017 18:00
L'evento si svolge presso Banca di Cherasco | Via Bra, 15, Roreto
Inserito da Amministrazione.

Programma

Tags: riciclo, rifiuti
Visite: 456

Per gli impianti di biogas avviati a partire dal 2008 con la Tariffa Onnicomprensiva (T.O.) per 15 anni, il momento della fine dell'incentivo si sta avvicinando e questo comporta anche una serie di riflessioni sulla sostenibilità economica dell'impianto. Con la fine della T.O. un impianto di biogas cogenerativo dovrà confrontarsi con le tariffe energetiche in vigore sul mercato libero.

Diventa dunque più che mai necessario, per la sussistenza dell'impianto, ottimizzare al massimo sia l'alimentazione e il suo rendimento, sia ogni elemento in uscita, dalla vendita di energia, al calore ed al digestato. In alternativa, potrebbe essere interessante il passaggio al biometano. Nel seminario si ragionerà della redditività degli impianti, in alcuni scenari, come la vendita dell'elettricità sul mercato libero, la vendita o l'utilizzo del calore per attività complementari, come l'allevamento di insetti per mangimistica, l'essiccazione del digestato, come pure, naturalmente, della conversione totale o parziale a biometano.

Il seminario ha un costo di iscrizione di 50€, IVA inclusa. Il costo di iscrizione va saldato entro venerdì 13 ottobre 2017.

L'accesso è gratuito per gli iscritti a: Confagricoltura, Coldiretti, CIA, Fiper-Consorzio Monviso Agroenergia , Federmetano.

Al termine del seminario, è previsto un rinfresco, offerto da:

Banca di Cherasco





L'evento si svolge presso Banca di Cherasco | Via Bra, 15, Roreto

Segui i canali tematici su Telegram:

Telegram.pngAGRIFOOD
Telegram.png AMBIENTE ED ENERGIA
Telegram.pngSANITA'
Telegram.pngPOLITICA
Telegram.pngECONOMIA


 

 

 

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti

Scegli il campo d'interesse
­