L’EPR e il futuro dei Consorzi nel recepimento del nuovo pacchetto Direttive rifiuti e circular economy

Salva sul calendario
L'evento si svolge il 12.07.2018
L'evento si svolge presso Roma | Roma
Inserito da Amministrazione
Visite: 193

A seguito della pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale della UE, lo scorso 14 giugno, delle nuove Direttive Europee sui rifiuti e la circular economy, il Consiglio Nazionale della Green economy, in collaborazione con il Circular Economy network, organizza il prossimo 12 luglio a Roma un incontro di approfondimento sul tema “Verso il recepimento del nuovo Pacchetto Direttive Europee sui rifiuti e la circular economy: focus sull’EPR e i Consorzi”. 

L’incontro, organizzato in preparazione degli Stati Generali della green economy 2018, si propone di sviluppare un accurato approfondimento dei contenuti sulla responsabilità estesa del produttore, relativa al prodotto diventato rifiuto, di avere un primo commento su tali modifiche da parte di soggetti qualificati e di raccogliere le opinioni dei diversi Consorzi sull’impatto di tali modifiche sulle rispettive filiere. Gli output di questo incontro, saranno sintetizzati in un documento che introdurrà la sessione tematica degli Stati generali della green economy dedicata al tema, il prossimo 6 novembre a Rimini, in occasione di Ecomondo, e che verrà distribuito ai partecipanti congiuntamente alla normativa europea vigente in materia di EPR.

L’iniziativa, su invito, si pone all’interno delle attività preparatorie per la settima edizione degli Stati Generali della Green Economy, che ha visto, lo scorso 31 maggio, il Consiglio Nazionale della green economy riunito presso il Ministero dell’Ambiente, per definire i principali obiettivi e attività dell’edizione.

Tra gli obiettivi, l’aggiornamento dell’elaborazione delle tematiche prioritarie (clima ed energia, circular economy, rigenerazione urbana, mobilità urbana sostenibile, qualità ecologica delle imprese, agricoltura sostenibile di qualità, tutela del capitale naturale) e delle politiche e delle misure per affrontarle. A quasi un anno dal confronto avviato nel 2017 con tutte le forze politiche in vista delle elezioni del 4 marzo scorso, sulla proposta di Programma per la transizione alla green economy, l’interlocuzione, ora, si rivolge al nuovo Parlamento e al nuovo Governo. A tal fine il Consiglio Nazionale della Green Economy elaborerà, per il 2018, una Proposta di priorità per lo sviluppo della green economy in Italia.

Gli Stati Generali del green economy, inoltre, proporranno altri approfondimenti tematici di particolare rilevanza e attualità, in fase di definizione. Gli output finali, come ogni anno, verranno presentati al pubblico a Rimini, in occasione di Ecomondo. Segnate le date in agenda: 6 e 7 novembre 2018.

Durante la prima giornata, nella sessione plenaria di apertura, verranno invitati i rappresentati di Governo e Parlamento. La sessione sarà l’occasione per presentare il documento di priorità per lo sviluppo della green economy e la 4° Relazione sullo stato della green economy, che quest’anno oltre a trattare gli aggiornamenti sulle performance della green economy italiana nel contesto europeo e internazionale, proporrà un focus sulle ricadute occupazionali di una serie di misure di green economy, in alcuni settori chiave.

Nel pomeriggio della prima giornata, durante le sessioni parallele, verranno presentati alcuni degli approfondimenti tematici.

La mattina del secondo giorno, nella sessione plenaria conclusiva della mattina, sarà invece dedicata a un approfondimento internazionale di carattere economico sulla green economy e le potenzialità di nuova occupazione, con la partecipazione di imprese e di autorevoli relatori italiani e provenienti da altri Paesi.


Fonte


L'evento si svolge presso Roma | Roma

Segui i canali tematici su Telegram:

Telegram.pngAGRIFOOD
Telegram.png AMBIENTE ED ENERGIA
Telegram.pngSANITA'
Telegram.pngPOLITICA
Telegram.pngECONOMIA


 

 

 

Categorie Principali

politica

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti

Scegli il campo d'interesse
­