Fianco a Fianco

Salva sul calendario
Da 23.11.2019 09:30 fino a 23.11.2019 13:30
Inserito da Amministrazione
Visite: 155

Definire un’agenda politica per le aree più produttive del Paese che contribuisca a trainare l’Italia fuori dalla crisi economica e a ridurre le diseguaglianze. Sabato 23 novembre a Verona si riuniscono in un unico evento rappresentanti di governo, personalità nazionali e locali del Partito democratico affiancati da esponenti di altre formazioni politiche e attori sociali per affrontare il tema del futuro del Paese da un punto di vista che, se pur ricorrente negli ultimi 25 anni, raramente occupa il centro dell’agenda nazionale.

«Riproporre una prospettiva da nord credo sia essenziale», commenta il segretario regionale del Partito democratico Veneto, Alessandro Bisato. «Non in alternativa o in contrapposizione con altre aree del Paese, ma proprio per completare quel quadro composito che è sempre stata l’Italia. Abbiamo uno straordinario bisogno di coesione sociale e territoriale, il settentrione può e deve fare la sua parte».

«Verona è uno snodo fondamentale per l’economia del Nord Italia», rimarca il segretario provinciale del Pd, Maurizio Facincani. «Bene dunque che una riflessione sulla questione settentrionale parta da qui e sia innescata dal nostro partito. Dal punto di vista politico l’iniziativa aiuterà tutti noi a ragionare su temi di rilevanza sovraprovinciale e a mettere a fuoco una visione e un’identità del Pd nel contesto delle trasformazioni in atto di cui dobbiamo essere al contempo consapevoli e protagonisti».

«I divari e le disuguaglianze crescono non solo lungo la frattura storica tra nord e sud», sottolinea il deputato veronese Diego Zardini, che è riuscito a portare a Verona l’evento, «ma tra le città e i territori di provincia. Questo è un fenomeno che in Italia riguarda soprattutto Milano, con riflessi per tutte quelle zone e ce ne sono moltissime anche nelle regioni più sviluppate, che sentono di perdere importanza, ruolo e si avvitano in una spirale di perdita di centri di potere, calo dell’occupazione e spopolamento, in particolare della parte più pregiata della popolazione, i giovani e i laureati. Sono temi che vogliamo affrontare come partito e come classe dirigente del nord».

Agenda Nord è in programma sabato 23 novembre dalle 9.30 alle 13.30 a Corte San Felice, alle porte di Verona. L’apertura dei lavori sarà affidata a Tommaso Nannicini, senatore ed economista, le conclusioni saranno di Maurizio Martina, fondatore di ‘Fianco a Fianco’. In mezzo cinque tavole rotonde tematiche su sicurezza, lavoro, competizione, rappresentanza politica, capacità di governo.






Segui i canali tematici su Telegram:

Telegram.pngAGRIFOOD
Telegram.png AMBIENTE ED ENERGIA
Telegram.pngSANITA'
Telegram.pngPOLITICA
Telegram.pngECONOMIA


 

 

 

Categorie Principali

politica

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti

Scegli il campo d'interesse
­